Chi ha scoperto la morfina?

Già nell'antichità l'oppio, il succo essiccato delle capsule di papavero, era noto come antidolorifico. Tuttavia, quanti ingredienti attivi sono presenti in Rohopium e perché una quantità uguale di oppio spesso ha ottenuto effetti diversi, è necessaria un'analisi più accurata.

Storia della morfina

Solo nel 1805 riuscì il rivoluzionario isolamento del principio efficace dell'oppio. La morfina fu chiamata la sostanza addormentata per il momento, secondo Morfeo, il dio greco dei sogni. Più tardi, la morfina ha ricevuto il nome di morfina.

Johann Friedrich Gmelin descrive nel suo libro "Storia del veleno vegetale" dal 1777 l'effetto dell'oppio come segue: "Attraverso i nervi il succo di papavero agisce sull'anima. Un peso debole mette la mente in pace e serenità, finché questo L'effetto dura, anche i dolori più violenti e le sofferenze del dolore più deprimenti. "

Acidi e basi

Al momento della scoperta della morfina, solo gli acidi erano conosciuti come agenti a base di erbe. Quando l'assistente alla farmacia di Paderborn Friedrich Wilhelm Adam Sertürner (1783-1841) pubblicò la sua scoperta nel Journal der Pharmazie di Trommsdorff e nello stesso tempo affermò che la morfina era una base alcalina, i suoi risultati furono ignorati. Solo più tardi fu riconosciuto che il primo rappresentante di una classe di sostanze fu scoperto con la morfina: gli alcaloidi. Da allora sono stati ottenuti diversi oppioidi dall'oppio, il cui rapporto di miscelazione varia in base all'origine, il che spiega la differenza nell'effetto di uguali dosi di oppio.

Effetto della morfina

Il componente più forte dell'oppio è la morfina, un anestetico analgesico altamente efficace il cui isolamento ha rivoluzionato la medicina, in particolare la chirurgia. Ben presto, tuttavia, fu scoperto che non solo nell'oppio, ma anche nella dipendenza dalla morfina. Tuttavia, poiché questi sono a malapena presenti nel dosaggio necessario per il controllo del dolore moderno, la morfina rimane la prima scelta per il controllo delle condizioni gravi e croniche.

Friedrich Wilhelm Adam Sertürner ha lavorato nei suoi ultimi anni come farmacista a Einbeck e Hameln, dove si è dedicato incidentalmente a ulteriori ricerche. Sertüner morì all'età di 58 anni e fu sepolto nella cappella di Bartolomeo a Einbeck. Sulla sua lapide si legge: "Attraverso la meritoria scoperta della morfina, fu la benedizione di molti malati".

Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento