Wanderröte: segnale di avvertimento dopo il morso della zecca

L'eritema migrante è un arrossamento della pelle, che spesso si verifica nella prima fase della malattia borreliosa di Lyme. Tipicamente, l'arrossamento della deambulazione avviene alcuni giorni o settimane dopo una puntura di zecca e si diffonde circolarmente dal sito di puntura.

Tuttavia, non viene in tutti i casi di malattia di Lyme a un Viandante. Inoltre, l'aspetto può essere molto diverso ed è quindi spesso difficile distinguere da altre cause di arrossamento. Se si sospetta la ruminazione, deve essere eseguito un esame del sangue per la malattia di Lyme. Se positivo, il trattamento con un antibiotico può prevenire la progressione della malattia.

Causa di Wanderröte

Il rossore vagante è causato dal batterio Borrelia burgdorferi, che, come il virus della TBE, viene trasmesso attraverso la saliva di una zecca agli umani. Ad esempio, un morso di zecca può portare a infezioni da Borrelia e quindi alla malattia di Lyme.

Frequentemente, la malattia inizia con l'inizio del rossore, tuttavia, una borreliosi senza Wanderröte si verifica in circa il 10-20% dei casi.

Che cos'è Wadering Toad?

Il classico rossore vagante è un arrossamento della pelle, che si diffonde circolarmente intorno al sito della puntura dopo un morso di zecca. Frequentemente, questo forma uno sbiadimento anulare, la puntura di zecca di solito è chiaramente visibile nel mezzo.

Falsamente, spesso si parla di un morso di zecca, anche se le zecche in realtà non mordono l'uomo, ma pungono.

Riconoscere il rospo errante

A differenza di una puntura di zanzara o di un morso del freno, il rospo che cammina non è solitamente gonfio e molto più largo (di solito ha un diametro superiore a cinque pollici). Il dolore e il prurito sono rari, ma l'area del rossore è spesso surriscaldata.

Inoltre, possono verificarsi sintomi simil-influenzali:

  • Febbre e brividi
  • mal di testa
  • Stanchezza e stanchezza
  • nausea
  • Dolori muscolari e articolari
  • Gonfiore dei linfonodi
  • occhi ardenti e acquosi

Pericolo di confusione: rossore vagante atipico

L'espressione del Wanderröte può essere molto diversa. Un cosiddetto rosso vagante atipico non è raro e può discostarsi significativamente dalla classica immagine circolare.

Pertanto, il rossore nel Wanderröte atipico è intenso e piatto o solo pallido e a forma di striscia - anche il rossore è distribuito sul corpo è possibile. Il colore può variare dal rosa chiaro al rosso intenso al viola bluastro. Inoltre, in vagabondaggio atipico possono verificarsi piaghe, vesciche o noduli.

Quando si verifica il calore vagante?

L'aspetto e la durata dell'arrossamento possono variare notevolmente: di solito il rossore si verifica da 3 a 30 giorni dopo la puntura della zecca. La durata della chiazza è influenzata dal trattamento: prima viene avviata una terapia antibiotica, prima si arresta il rossore.

La maggior parte della durata è di alcuni giorni o settimane, ma il rossore può persistere per mesi - viene quindi chiamato Cronico Vagabondo Rosso (Erythema chronicum migrans).

Cosa sembra simile al rosso errante?

A causa del diverso aspetto, il chiarore è spesso difficile da distinguere da altre forme di rossore. La seguente panoramica può aiutarti a distinguere tra possibili cause:

  • Un morso di insetto prude nella maggior parte dei casi, inoltre, arrossamento e gonfiore si verificano immediatamente dopo il punto e si risolvono dopo alcuni giorni.
  • In un Wundrose (erisipela) i sintomi di accompagnamento come febbre, stanchezza e surriscaldamento della pelle sono generalmente pronunciati. Inoltre, c'è spesso un gonfiore e dolore.
  • Anche una reazione allergica a un farmaco (eruzione di farmaci) è spesso associata a dolore e prurito. Inoltre, di solito è possibile stabilire una connessione con l'assunzione di un nuovo farmaco - spesso un antibiotico è la causa.
  • L'infiammazione dell'ipoderma (ipoderma), che può verificarsi in relazione all'insufficienza venosa, si manifesta tipicamente come arrossamento ispessito e indurito e spesso si verifica simmetricamente su entrambe le gambe.
  • Alcune forme di scleroderma autoimmune possono manifestarsi come sintomi cutanei rotondi e rossastri. Tuttavia, questo è anche un tipico indurimento della pelle.
  • L'herpes e l'herpes zoster sono solitamente associati al dolore. Inoltre, spesso dopo alcuni giorni si forma una vescica.
  • La tinea corporis - una malattia fungina della pelle - può causare prurito, prurito ad anello rosso, che spesso si sfalda nella zona di confine e pustole.

Diagnosi: l'analisi del sangue non è sempre necessaria

Se il medico riconosce chiaramente un tipico colore errante (diagnosi visiva), questa è la prova della presenza della malattia di Lyme. Pertanto, senza ulteriori diagnosi, dovrebbe essere avviato un trattamento con antibiotici, anche se il paziente non ricorda un morso di zecca.

In casi non chiari, possono essere eseguiti vari esami del sangue per diagnosticare o eliminare l'agente patogeno come sintomi della malattia di Lyme. Il sangue viene testato per gli anticorpi contro Borrelia. Raramente, viene prelevato un campione cutaneo (biopsia) dall'area di rossore per rilevare direttamente l'agente patogeno.

Wanderröte: cosa aiuta?

Il trattamento è di solito dalla doxiciclina antibiotica. Tuttavia, il principio attivo non deve essere usato in gravidanza e nei bambini di età inferiore ai 9 anni, in alternativa si usa di solito amoxicillina, più raramente cefuroxima o azitromicina.

Poiché l'agente patogeno è causato da batteri, le creme - come il cortisone - sono inefficaci.

Terapia: prima è, meglio è

La durata del trattamento è in genere da due a tre settimane. Se la terapia viene avviata abbastanza presto, la prognosi del patogeno è molto buona: spesso può prevenire un decorso cronico o la transizione a stadi avanzati della malattia di Lyme.

Per evitare chiazze

Al momento non esiste un vaccino Borrelia. La protezione contro le zecche è quindi la misura preventiva più importante. Se c'è ancora un morso di zecca, il segno di spunta dovrebbe essere rimosso il prima possibile (entro le prime 24 ore). Più lungo è il segno di spunta nella pelle, maggiore è il rischio di trasmettere Borrelia.

Successivamente, il sito di puntura deve essere osservato per sei settimane per rilevare un rosso errante in una fase precoce.

La profilassi antibiotica non ha senso

Sebbene un trattamento antibiotico profilattico dopo un morso di zecca possa ridurre il rischio di infezione da Borrelia. Tuttavia, il rischio di sviluppare la malattia di Lyme è generalmente piuttosto basso: in appena lo 0, 3-1, 4 per cento, un morso di zecca porta alla malattia.

A causa dei possibili effetti collaterali, pertanto, l'uso di antibiotici preventivi non è raccomandato.

Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento