Carenze vitaminiche - quando è il pericolo?

Quasi tutti i processi su e giù nel corpo non funzionano senza vitamine, non regolati o troppo lenti. Senza una scorta sufficiente di tutte le vitamine essenziali, il nostro corpo diventerebbe quindi rapidamente incapace di vivere. Le vitamine sono sostanze essenziali che il corpo non può produrre o solo in quantità insufficiente. Devono quindi essere forniti al corpo attraverso il cibo dall'esterno. In una dieta equilibrata e varia di un metabolismo sano di solito sono incluse abbastanza vitamine e minerali in modo che il bisogno possa essere soddisfatto. La linea guida più importante è l'assunzione raccomandata, come definita dalla Società tedesca per la nutrizione (DGE), e diversa per le diverse età: dai neonati ai bambini, agli adolescenti e agli adulti, alle donne in gravidanza e allattamento.

Fattori di rischio per una carenza di vitamine

Il nostro fabbisogno di vitamine è aumentato in determinate circostanze. Queste circostanze includono l'età naturale, altre circostanze come la gravidanza e l'allattamento o effetti non fisiologici di droghe, sostanze nutrienti e sostanze inquinanti. Ma anche una dieta sbagliata o unilaterale e uno stress fisico del genere. B. Lo stress a lungo termine o gli sport competitivi possono essere fattori di rischio per una carenza di vitamine.

Fumatori, troppo alcol, frequenti raffreddori, diete dimagranti e alcuni farmaci sono considerati classici ladri di vitamine. Così tante persone hanno un aumentato bisogno di vitamine - senza saperlo!

fumo

Con ogni inalazione, i fumatori inalano grandi quantità di particelle cancerogene, che sono anche caricate con tonnellate di radicali liberi. I radicali liberi sono causati da processi metabolici nel corpo, ma anche da tossine ambientali, nicotina o stress. Troppe di queste particelle aggressive possono distruggere importanti funzioni e strutture nel corpo e causare malattie come l'aterosclerosi, il cancro o i reumatismi.

I fumatori hanno quindi - in contrasto con i non fumatori - un aumentato bisogno di cosiddetti antiossidanti. Queste sono sostanze che legano i radicali liberi e li rendono innocui. Tra le vitamine, in particolare le vitamine A, C ed E offrono protezione contro i radicali liberi.

alcool

Maggiore è il consumo giornaliero di alcol, meno vitamine vengono aggiunte. Se il fegato è già danneggiato da un eccesso di alcol, i nutrienti (e quindi le vitamine) saranno usati peggio. L'assunzione cronica porta a carenze vitaminiche, in particolare vitamine A, B1, B6, niacina, vitamina C e acido folico.

costante stress

Le persone esposte a forti stress spesso hanno anche un deficit vitaminico. Lo stress a lungo termine viene sprecato nelle riserve vitaminiche: lo stato di vitamina C è spesso troppo basso, così come le vitamine B1, B6 e B12.

Carenza di vitamine nelle donne

Le donne in media mangiano più sano degli uomini - almeno in termini di offerta di vitamine. Tuttavia, le carenze di vitamine sono anche possibili nelle donne.

  • Supplementi di ormoni: in molte donne, le vitamine del gruppo B e l'acido folico sono candidati carenti quando assumono integratori ormonali. Questa può essere la pillola o anche una preparazione ormonale per il trattamento dell'osteoporosi. Le contromisure possono essere prese con prodotti finiti appropriati o cibi selezionati. Ricche di vitamine del gruppo B sono fegato, lievito, cereali integrali, latte in polvere e siero di latte in polvere, finferli; L'acido folico è lievito e verdure a foglia verde.
  • Diete dimagranti: il livello di vitamine generalmente diminuisce anche con il menu, cioè con una dieta ridotta come parte delle diete dimagranti. Le persone che seguono una dieta frequente dovrebbero prestare particolare attenzione ad un adeguato apporto di vitamine E e B.

Carenza di vitamine, secondo l'esperienza, si insinua con l'età. Questo ha molte cause. Le persone anziane hanno spesso meno appetito e bevono troppo poco, inoltre, l'intera attività metabolica diminuisce. A volte ci sono anche difficoltà con la preparazione del cibo, i sensi del gusto diminuiscono, così che un sacco di gusto blando. La linea di fondo è che porta ad un ridotto apporto di sostanze nutritive. Spesso, gli anziani non hanno vitamine vitamine A e C e B, in particolare B12. Nelle persone sopra i 75 anni, la carenza di vitamine è la regola piuttosto che l'eccezione.

Carenze vitaminiche dovute a malattie

Vi sono disturbi della salute che riducono l'assunzione di cibo e vitamine e altri che aumentano il consumo. Riduzione dell'assunzione di cibo Riduce l'assorbimento di nutrienti e quindi di vitamine

  • perdita di appetito
  • Disturbi alimentari, masticatori e deglutizione (ad es. Se la protesi non è seduta correttamente)
  • operazioni gastrointestinali
  • diete dimagranti unilaterali.

Un ridotto assorbimento di vitamine riduce l'assorbimento dall'intestino

  • Ipofunzione del pancreas (insufficienza pancreatica) (mancano gli enzimi digestivi, si verifica la maldigestione)
  • Flusso biliari disturbato nella malattia del fegato
  • Infezioni e infezioni intestinali
  • Regressione della mucosa gastrica con assenza di fattore intrinseco e acidità gastrica che porta ad anemia dovuta a carenza di vitamina B12.

Nella cirrosi epatica, il fegato perde la sua capacità di immagazzinare vitamine. Aumento delle perdite vitaminiche Si verificano aumentate perdite vitaminiche

  • diarrea cronica
  • insufficienza renale cronica
  • emodialisi

Aumento del consumo di vitamine L'aumento del metabolismo basale a causa di febbre, ustioni, ferite più grandi o infezioni aumenta il fabbisogno di vitamine.

Conclusione: le vitamine sono ...

  • Vitale: prevengono le tipiche "malattie da carenza" degli esseri umani
  • efficace: altamente efficace in piccole quantità
  • Specialisti: non intercambiabili
  • indispensabile: il corpo umano non può produrre tutto.
Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento