Vena fitness - è necessaria la prevenzione!

Studi condotti in Germania hanno dimostrato che solo dal 20 al 50 percento sono sani per la vena, dal 25 al 50 percento hanno varici varicose, dal 10 al 15 percento presentano varici avanzate, dal 5 al 15 percento presentano una varicosi grave e dall'1 al 4 percento un'ulcera inferiore ( Ulcera crusis) a causa di insufficienza venosa cronica. Questi numeri sono allarmanti. Tuttavia, le vene del ragno e le vene varicose sono spesso mal giudicate come un problema estetico. E non solo da quelli colpiti, ma anche da molti medici.

Da lungo tempo e seduti sono veleno per le vene

Malattie venose, Dr. Michael Hutter del Venere Centrum Braunschweig, ha bisogno di terapie, poiché spesso correvano in modo cronico. Il tipico paziente venoso lamenta gambe pesanti, gonfiore in entrambe le gambe, tensioni e dolore tirante, crampi alle gambe notturni e gambe senza riposo. Questi sintomi sono esacerbati dalla seduta prolungata o in piedi, con il calore e prima o durante le mestruazioni.

Le vene delle gambe sono particolarmente colpite

È particolarmente probabile che il paziente venoso soffra di una varicosi delle vene delle gambe. Qui si distingue tra la varicosi primaria e secondaria. La varicosi primaria è una malattia venosa correlata alla pianta. Frequentemente, questi fattori genetici sono amplificati da influenze esterne. Il più importante rischio correlato alla pianta è la debolezza del tessuto connettivo, che spesso si presenta come una famiglia.

I fattori negativi includono: mancanza di esercizio fisico, stare seduti per lunghi periodi, stare in piedi per lunghi periodi di tempo, indossare abiti falsi e calzature sfavorevoli. Stitichezza sovrappeso e cronica e un numero frequente di gravidanze. Nel processo, le vene perdono le loro proprietà di trasformazione elastica, che porta ad un allargamento in lunghezza e diametro nel senso di una vena varicosa.

Nella varicosi secondaria, le cause di questa dilatazione sono prevalentemente occlusioni nelle vene superficiali o profonde. La malattia venosa infiammatoria include la tromboflebite superficiale. Questa è un'infiammazione delle vene superficiali dovuta a varie cause, come danni alla parete tossici, carcinomi, allergie e infezioni o avvelenamento del sangue.

Tuttavia, una delle malattie venose più pericolose è la trombosi venosa profonda, soprattutto a causa del rischio di imminente embolia polmonare. Più del 6% dei pazienti con disturbi alle gambe venose soffre di reflusso cronico degli arti inferiori (sindrome post-trombotica). Essenziale per lo sviluppo di una trombosi sono le condizioni delle pareti delle vene e il flusso e fattori di coagulazione. La trombosi è particolarmente comune dopo lesioni alle pareti e rallentamento del flusso di sangue, ad esempio mediante immobilizzazione del paziente.

"Iniziativa salute venosa"

Dedicati medici e scienziati hanno fondato la "Vein Health Initiative". L'obiettivo comune è educare i medici e gli addetti alle malattie dell'area venosa ancora meglio e dare consigli per la pratica. Nel trattamento, la complessità della malattia venosa richiede un concetto di terapia interdisciplinare. Gli strumenti vanno dall'intervento chirurgico, in particolare per i principali danni vascolari, a un ampio spettro conservativo.

Come "terapia della colonna vertebrale" è il trattamento di compressione. Ha senso in tutte le fasi della malattia, ma comporta il rischio della mancanza di volontà del paziente a partecipare a misure diagnostiche e terapeutiche. Questo è il motivo per cui è particolarmente necessaria una terapia intensiva soprattutto per i pazienti venosi, poiché anche i fattori psicosociali di questa malattia devono essere presi in considerazione.

Movimento prioritario

Decisivo per il successo della terapia è la motivazione del paziente a cooperare. L'esercizio fisico è fondamentale, gli esercizi venosi regolari e un sacco di corsa rafforzano i muscoli delle gambe e promuovono la pompa muscolare della vena. Venenfitness non è solo un trattamento, ma soprattutto una prevenzione dei disturbi venosi.

Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento