PTSD - Disturbo da stress post-traumatico - Come funziona PTSD Express?

Disturbo da stress post-traumatico

Se i sintomi di una reazione acuta di stress persistono per mesi o se i nuovi sintomi si sviluppano fino a sei mesi dopo l'esperienza scatenante, si parla di disturbo da stress post-traumatico (PTSD).

Tuttavia, il PTSD è relativamente raro, il che significa che la maggior parte delle persone sopravvive a un grave incidente senza danni consequenziali. Vi è un aumentato rischio di sviluppare disturbi da stress post-traumatico in persone che hanno precedentemente sofferto di un disturbo mentale come depressione o disturbo d'ansia, e quelli con trauma che hanno anche esperienza di lesioni fisiche.

Sintomi di PTSD

È tipico che la persona sperimenti la situazione traumatica ancora e ancora - nella forma di incubi, frammenti di memoria per la sensazione di essere di nuovo in questo accadimento e tutte le lamentele mentali e fisiche come l'orrore, la disperazione profonda, l'angoscia (morte) e Per subire di nuovo impotenza.

Anche situazioni simili o solo singoli, di per sé innocui, stimoli possono riaccendere questa condizione - un odore, una certa formulazione, un indumento, un rapporto televisivo, una porta che sbatte.

  • La persona interessata quindi evita sempre più situazioni, pensieri, luoghi e persone che scatenano tali "flashback", spesso con la conseguenza che si ritira sempre più dalla normale vita di tutti i giorni.
  • D'altra parte, la normale reattività si appanna sempre più; la persona interessata non può ricordare gli aspetti importanti dell'evento scatenante, il suo interesse per le attività e gli altri esseri umani segnalati. Si sente distaccato dal suo ambiente, è attutito nelle sue reazioni mentali - non può davvero gioire, né piangere adeguatamente. Il futuro appare spesso minaccioso o "oscurato".
  • In terzo luogo, la persona è in uno stato costante di sovraeccitazione: è molto spaventato, irritabile e incline agli scoppi di rabbia, è spesso irrequieto e "sorvegliato", ha difficoltà ad addormentarsi e rimanere addormentato e può concentrarsi solo male.

Ciò influenza significativamente lo stile di vita di un paziente con PTSD. Molti malati sviluppano depressione o malattie psicosomatiche come le sindromi dolorose e cercano di intorpidire le loro paure con alcol o altri farmaci.

Le sensazioni di essere intrappolati e indifesi, dell'incapacità di elaborare ciò che è stato vissuto e di essere in grado di fare qualcosa riguardo alla situazione, così come i diffusi sentimenti di colpa, sono particolarmente preoccupanti per le persone colpite - anche perché probabilmente anche il tasso di suicidio è aumentato.

La "situazione di fuga" si riflette anche nelle funzioni del corpo - alcuni ormoni come CRH, adrenalina, norepinefrina sono aumentati, altri come il cortisolo ridotto. Molti riflessi e i noccioli di mandorle (amigdala) nel cervello, un sistema di allarme sensibile per la nostra percezione e i sentimenti associati, sono permanentemente sovraattivati.

Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento