Donazione di organi: dai vita

Più di 10.000 malati gravi, tra cui molti bambini, stanno attualmente aspettando un organo donatore. Per questi, è spesso l'unica misura salvavita possibile. Circa un terzo dei pazienti con insufficienza cardiaca, epatica o polmonare non vincerà la corsa nel tempo e soccomberà alla malattia prima che sia disponibile un organo donatore adatto. Il successo del trapianto può salvare vite umane, ma in altri casi può migliorare la qualità della vita dei malati ad un livello altrimenti irraggiungibile. Chiunque conosca il percorso della sofferenza di una persona colpita può immaginare cosa significhi per loro un trapianto: sembra una nuova vita.

Più pazienti rispetto agli organi donatori disponibili

Il divario tra gli organi disponibili dei donatori e i pazienti che hanno urgente bisogno di trapianto continua ad aumentare man mano che sempre più pazienti si trovano ad affrontare un numero stagnante di organi disponibili.

Dei circa 80.000 pazienti sottoposti a dialisi, ad esempio, 8.000 sono stati messi in lista d'attesa per un trapianto. Il loro numero è quasi quattro volte superiore a quello degli organi trapiantati ogni anno: nel 2017 sono stati trasmessi 1.921 reni in Germania. Attualmente, il tempo medio di attesa per un rene è di circa sei anni.

Sebbene circa l'80% della popolazione sia a favore della donazione di organi, solo pochi lo documentano chiaramente con una carta donatrice di organi. Nel 2017 è stato raggiunto un minimo storico: solo 797 tedeschi hanno donato organi dopo la loro morte (Fonte: Fondazione tedesca per trapianti di organi).

Successi della medicina dei trapianti

Nel frattempo, la trasmissione di organi e tessuti è lo standard di assistenza medica della popolazione. Tuttavia, anche questi di solito non sono privi di complicazioni. La trasmissione complessa dell'intestino tenue in particolare è una procedura molto rischiosa, mentre il trapianto renale ha il più alto tasso di successo, con un tasso di sopravvivenza a 1 anno di circa il 90% e un tasso a 5 anni del 70%, rispettivamente.

I trapianti di rene sono così efficaci perché i reni possono essere mantenuti funzionali per un tempo relativamente lungo dopo la rimozione, in modo da poter effettuare un'analisi delle caratteristiche dell'HLA e della riconciliazione con il ricevente.

Con cuore, fegato, polmone e pancreas, il tempo per questa tipizzazione è insufficiente, quindi è necessario limitarsi all'analisi del gruppo sanguigno. Altri fattori che influenzano il successo di un trapianto sono, soprattutto, la salute del ricevente.

Insufficienza d'organo dovuta alla reazione di difesa del corpo

La ragione principale del fallimento dell'organo sta nelle reazioni difensive del corpo contro l'organo straniero riconosciuto. Il rifiuto deve essere soppresso dall'inizio con i farmaci. Nonostante questa misura, la difesa contro l'innesto diventa sempre più forte nel tempo, in modo che l'organo estraneo possa essere distrutto. Potrebbe essere necessario il trapianto di nuovo.

D'altra parte, questi farmaci riducono le difese contro infezioni e tumori maligni o addirittura hanno effetti organotossici, che possono anche portare a complicanze.

Sopravvivenza e tasso funzionale di organi dopo il trapianto

Di seguito è riportata una panoramica delle percentuali di sopravvivenza e funzionali dei vari organi dopo che è stato eseguito un trapianto.

tasso di sopravvivenza ad 1 anno tasso di sopravvivenza a 5 anni
rene90%70%
cuore80%60%
fegato68% (funzione)59%
polmone70%44%
pancreas40% - 80% (funzione)64%

Non ci sono dati disponibili per il tasso di successo dei tessuti trapiantabili, come parti della pelle, cornea degli occhi, ossicini, valvole cardiache e parti di vasi sanguigni, meningi, tessuto osseo, tessuto cartilagineo e tendini.

Base giuridica: la legge sui trapianti

La legge sui trapianti, entrata in vigore l'1 dicembre 1997, regola quanto segue:

  • la donazione durante la sua vita o dopo la morte
  • la rimozione e il trasferimento di organi, parti di organi e tessuti ad altre persone
  • Preparazione di queste misure

Lo scopo della legge è la prevenzione del traffico di organi. Pertanto, richiede anche una rigorosa separazione delle responsabilità per la rimozione degli organi e la mediazione degli organi. L'Associazione medica tedesca crea linee guida:

  • alla lista d'attesa e alla mediazione degli organi
  • sulle indagini per proteggere il destinatario
  • per il rilevamento della morte cerebrale
  • per la garanzia della qualità

Secondo questa legge, una donazione di organi è anche possibile se non c'è una volontà chiara del defunto, ma i parenti possono essere interrogati secondo la presunta volontà (soluzione di consenso estesa). Se questi non sono disponibili, nessun organo può essere rimosso.

Scheda donatrice di organi: alleviare i parenti

Spesso i parenti sono sopraffatti da questa decisione, che di solito deve essere presa il più rapidamente possibile. In considerazione del peso psicologico della morte inaspettata di una persona cara, è una reazione comprensibile.

Inoltre, al fine di alleviare il suo prossimo di tali fallimenti, tutti dovrebbero già durante la sua vita preoccuparsi di come procedere dopo la sua scomparsa e questa presa nella carta del donatore di organi e discutere con i familiari. Certo, la decisione può essere cambiata in qualsiasi momento.

Scadenza di una donazione di organi

I donatori di organi sono di solito vittime di incidenti con gravi lesioni cerebrali o pazienti con emorragia cerebrale che vengono ricoverati in un reparto di terapia intensiva.

In questi pazienti si arriva alla morte cerebrale, cioè a un fallimento irreversibile di tutte le funzioni cerebrali, alla respirazione artificiale e al supporto farmacologico, ma non all'arresto cardiaco. La morte cerebrale deve essere determinata indipendentemente da due medici qualificati. Questi medici non devono essere coinvolti nel prelievo di organi o nel trasferimento, né devono essere sotto la direzione di un medico coinvolto.

Se il defunto non ha alcuna spiegazione per la donazione di organi, i parenti sono interrogati sulla presunta volontà del defunto. Se decidono contro una donazione di organi, la ventilazione meccanica viene disattivata immediatamente, con un accordo di ore dopo la rimozione dell'organo. In caso di cause innaturali di morte come un incidente, il pubblico ministero deve ancora rilasciare il cadavere per la sepoltura.

Chi organizza il trapianto di organi?

L'unità di terapia intensiva informa la Fondazione tedesca per il trapianto di organi, che regola l'esecuzione dei test necessari, la rimozione degli organi e il trasporto degli organi.

Inoltre, l'Unità di terapia intensiva insegna al centro di mediazione per organi Eurotransplant, che gestisce le liste di attesa per i riceventi di organi in Germania, Austria, Paesi del Benelux e Slovenia. Questo identificherà i destinatari appropriati, notificherà i centri per i trapianti e coordinerà il programma per la raccolta e il trasferimento degli organi.

Per la donazione di organi, l'età biologica è fondamentale

La carta del donatore di organi può indicare se una donazione di organi è approvata o respinta, o se la decisione deve essere trasferita a un'altra persona. La donazione può essere limitata a determinati organi o può essere spiegato quali organi non dovrebbero essere rimossi.

I seguenti organi e tessuti possono essere donati:

  • cuore
  • polmone
  • fegato
  • reni
  • pancreas
  • Parti della pelle
  • la cornea degli occhi
  • ossicini
  • valvola cardiaca
  • Parti dei vasi sanguigni, meningi, tessuto osseo, tessuto cartilagineo e tendini

La trasmissione a rischio intestinale è ancora raramente eseguita in Germania. L'età del donatore è secondaria. Importanti sono solo l'età biologica e la funzionalità degli organi o del tessuto, che sono determinati al momento della rimozione dal medico.

Dove posso ottenere una carta per donatori di organi?

La tessera per i donatori di organi è disponibile gratuitamente presso le assicurazioni sanitarie, gli uffici della sanità pubblica e molte farmacie e ambulatori medici o può essere richiesta tramite il numero telefonico del Centro federale dell'educazione sanitaria e della Fondazione tedesca per il trapianto di organi con il numero 0800/90 40 400. Questa carta d'identità può essere stampata sui siti Web del Centro federale per l'educazione sanitaria.

Sostegno alla Chiesa: la donazione di organi come atto di carità

La decisione di mettere i suoi organi a disposizione degli altri dopo la morte è anche vista e sostenuta dalla chiesa come atto di carità. Quindi puoi dare anche dopo la sua morte a una o più altre persone la possibilità di una nuova vita.

Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento