La metformina aiuta con il diabete di tipo 2

La metformina è usata per trattare il diabete di tipo 2. Grazie ad anni di esperienza, la metformina è un principio attivo affidabile per abbassare l'elevato livello di zucchero nel sangue nel diabete mellito. Nel frattempo, questo farmaco è anche raccomandato per alcune forme di disturbo del ciclo. Tuttavia, devono essere prese in considerazione alcune controindicazioni ed effetti collaterali affinché la metformina possa essere assunta in sicurezza. La metformina è completamente inadatta ai pazienti con diabete di tipo 1.

Effetto di metformina

La metformina abbassa il livello di zucchero nel sangue e migliora l'utilizzazione dello zucchero nel corpo. Inoltre, questo farmaco blocca la produzione di zucchero del corpo e ostacola l'assorbimento dello zucchero dall'intestino nel sangue. È adatto per i pazienti con diabete di tipo 2 quando altre terapie sono esaurite. Soprattutto, i pazienti sovrappeso, nei quali le misure dietetiche e gli sport non hanno alcun effetto, possono beneficiare dell'azione di questo farmaco.

La metformina, che appartiene al gruppo delle biguanidi, è una delle più lunghe sul mercato antidiabetica ed estremamente affidabile. Spesso viene usato per la prima volta da solo e combinato con altri farmaci solo in assenza di successo. Inoltre, si dice che la metformina abbia proprietà protettive cardiache e vascolari.

Un grande vantaggio rispetto ad altri farmaci ipoglicemici è il basso rischio di ipoglicemia.

Metformina in PCOS

Un'altra applicazione di metformina è il disturbo del ciclo nel contesto della sindrome dell'ovaio policistico (PCOS), che è spesso associato al diabete mellito. La metformina può essere utilizzata contro i disturbi del ciclo e l'alto livello di zucchero nel sangue, ma non è ancora stata approvata per questo uso in Germania e deve pertanto essere indossata come parte di un uso off-label normalmente.

Gravidanza e allattamento

I pazienti diabetici che assumono metformina e che desiderano avere figli o che sono già in gravidanza devono interrompere la terapia con metformina e passare all'insulina. Solo in casi eccezionali il trattamento con metformina può essere continuato durante la gravidanza. Lo stesso vale per il diabete, che si verifica solo durante la gravidanza (diabete gestazionale).

Non ci sono restrizioni per le madri che allattano e la metformina può essere presa dopo la consultazione con il medico curante.

Dosaggio di metformina

La metformina è un farmaco da prescrizione. Quale dosaggio è adatto, è meglio discuterne con il medico. La metformina è disponibile sotto forma di compresse rivestite con film e deve essere assunta per via orale, preferibilmente prima o durante i pasti. È offerto in incrementi di dosaggio di 500, 850 e 1000 milligrammi. Ulteriori informazioni possono essere trovate sul volantino.

Effetti collaterali di metformina

Gli effetti indesiderati più comuni di metformina sono i sintomi gastrointestinali: nausea, vomito, diarrea e dolore addominale sono alcuni degli effetti collaterali che sono molto comuni. Vale anche la pena menzionare i cambiamenti nel gusto che, insieme ai primi effetti collaterali citati, possono causare perdita di appetito.

Molto raro, ma estremamente pericoloso, è l'acidosi lattica. Il sovradosaggio di metformina o congestione del rene porta ad un accumulo del principio attivo nel corpo, portando ad un deragliamento dell'equilibrio acido-base. I sintomi dell'acidosi lattica sono abbastanza simili ai normali effetti collaterali della metformina: nausea con vomito. Questo è spesso accompagnato da ulteriori disturbi gastrointestinali, dolori muscolari, crampi e respiro accelerato. In questo caso, un medico dovrebbe essere consultato immediatamente.

Controindicazioni di metformina

Alcune malattie croniche vietano l'uso di metformina perché interferisce con il suo metabolismo o aumenta il rischio di acidosi lattica.

Questo è il caso di insufficienza cardiaca, qualsiasi malattia che colpisce la funzione polmonare (BPCO, asma), disfunzione epatica e funzionalità renale compromessa. Le circostanze che gravano sui reni dovrebbero sempre essere una ragione per ripensare l'uso di metformina. Tali circostanze possono essere, ad esempio, vomito grave, diarrea o infezioni gravi.

Durante la gravidanza, anche la metformina deve essere interrotta e passata a un'altra preparazione. Ad esempio, le siringhe per insulina sono adatte.

In combinazione con l'alcol, la metformina comporta un rischio estremamente elevato di acidosi lattica. Il consumo di alcol dovrebbe pertanto essere omesso o ridotto al minimo.

Un'altra caratteristica speciale di metformina è la manipolazione nel caso dell'anestesia generale o dell'anestesia spinale, ad esempio come parte di un'operazione. La metformina deve essere sospesa due giorni prima della procedura e la funzionalità renale deve essere controllata prima del reinserimento. Lo stesso vale per gli esami radiografici con agenti di contrasto contenenti iodio. La metformina non deve essere assunta prima dell'esame e fino a 48 ore dopo. Di nuovo, è richiesta una chiarificazione della funzione renale dopo l'esame.

Interazioni di metformina

In combinazione con alcuni altri farmaci, l'efficacia di metformina è ridotta. Gli esempi includono corticosteroidi (cortisone), diuretici e alcuni farmaci anti-asma (beta-simpaticomimetici). L'effetto ipoglicemico della metformina è aumentato dagli antipertensivi come gli ACE-inibitori.

Farmaci contenenti alcol (come alcuni medicinali per la tosse) e mezzi di contrasto iodati in combinazione con metformina sono associati al rischio di acidosi lattica e devono pertanto essere assunti con cautela. Nel caso dell'agente di contrasto, la metformina deve anche essere sospesa per un po '.

Metformina: questo è da considerare

La metformina è un buon farmaco per il trattamento del diabete di tipo 2 e, tenendo conto di alcune peculiarità, può abbassare in modo permanente e affidabile il livello di zucchero nel sangue.

  • La metformina è adatta per i pazienti con diabete di tipo 2 per i quali l'attività fisica e dietetica non ha mostrato alcun effetto.
  • Il suo vantaggio risiede nel basso rischio di ipoglicemia.
  • La metformina viene escreta attraverso i reni, la funzionalità renale deve essere controllata almeno una volta all'anno.
  • La metformina deve essere interrotta prima dell'intervento chirurgico e studi a raggi X con somministrazione di contrasto. La funzione renale deve essere controllata prima di riprenderla.
  • Controindicazioni importanti sono la gravidanza e l'aumento del consumo di alcol.
Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento