Calcio: minerale vitale

Nessun altro minerale si trova nel corpo umano in quantità così elevate come il calcio (calcio). Un adulto trasporta da 1.000 a 1.500 grammi, con il 99% del minerale nelle ossa e i denti bloccati. Tuttavia, il calcio non solo rafforza lo scheletro, ma svolge anche un ruolo importante nel lavoro muscolare, nella coagulazione del sangue, nei ritmi cardiaci e in importanti processi metabolici.

Calcio: effetto e proprietà

Il compito principale del calcio, che viene anche chiamato calcio, è quello di formare il tessuto duro nel corpo. Ciò lo rende indispensabile per lo sviluppo, la crescita e la rigenerazione di ossa e denti. Per questo motivo, soprattutto i bambini, i bambini e gli anziani hanno una forte domanda di calcio.

Oltre all'importanza nella mineralizzazione delle ossa e dei denti è necessario anche il calcio nel plasma sanguigno, dove ha vari compiti. A seconda delle esigenze, il calcio viene rilasciato dalle ossa, che fungono da deposito. L'eccesso di calcio viene semplicemente espulso dal corpo attraverso le feci.

Cibo con calcio

Il calcio entra nel corpo attraverso il cibo e si trova principalmente nel latte e nei prodotti caseari. Gli alimenti più ricchi di calcio comprendono quindi latte crudo, latticello, formaggio e quark. Tuttavia, anche nell'acqua dura, le scaglie di cocco, il sesamo, le uova e vari tipi di verdure non includono quantità non trascurabili di calcio. Tuttavia, il corpo ha bisogno anche della vitamina D per assorbire il calcio, contenuto in cereali integrali, baccelli e frutta secca, banane e albicocche.

Altrettanto importante è il rapporto tra calcio e magnesio nel corpo. Dovrebbe sempre essere 2: 1.

La dose giornaliera di calcio negli adulti è di 800 milligrammi. I bambini e gli anziani hanno un bisogno maggiore di minerale.

1.000 milligrammi di calcio sono inclusi in:

  • 100 grammi di parmigiano
  • 200 grammi di cerfoglio
  • 300 grammi di soia
  • 300 grammi di mozzarella
  • 700 grammi di yogurt
  • 800 grammi di latte
  • 1000 grammi di crema di formaggio granulare

Carenza di calcio e sue conseguenze

Il corpo immagazzina il calcio nelle ossa, da dove viene rilasciato nel sangue quando necessario. Se il fabbisogno di calcio è maggiore a lungo termine di quanto non sia assorbito attraverso la dieta, prima o poi le ossa diventeranno fragili. Nel corso del tempo, una carenza di calcio relativa o assoluta può portare a osteoporosi, rachitismo, cataratta e debolezza muscolare. Alti deficit di calcio a breve termine si manifestano sotto forma di crampi muscolari dolorosi e disturbi emotivi.

Non solo i bambini e gli anziani, ma anche le donne in gravidanza e in allattamento hanno un aumentato bisogno di calcio e dovrebbero quindi prestare attenzione ad una dieta corrispondente.

sovradosaggio di calcio

Il sovradosaggio di calcio viene in genere risolto dal corpo stesso, semplicemente rilasciando l'eccesso di minerale attraverso le feci. Con l'assunzione simultanea di vitamina D o in alcune malattie, tuttavia, può portare ad un eccesso di calcio. Potrebbero verificarsi nausea, vomito, stitichezza, stanchezza e debolezza muscolare.

L'aumentata escrezione attraverso i reni può comportare una pericolosa disidratazione. A lungo termine possono insorgere calcoli biliari, ulcere gastriche, calcificazione renale e calcoli renali.

Al fine di evitare un sovradosaggio, l'assunzione giornaliera di calcio da integratori alimentari non deve superare i 500 milligrammi, secondo le raccomandazioni dell'Istituto federale per la valutazione del rischio (BfR), poiché una quantità sufficiente di cibo è solitamente fornita dalla dieta.

Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento