Infezioni in viaggio - serie

In occasione della Giornata mondiale della salute, l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) commemora la sua fondazione nel 1948. Per molti anni ha fissato un tema che, dal punto di vista dell'OMS, è particolarmente rilevante e rilevante per tutti i paesi del mondo. Nel 2007, l'attenzione si concentrerà sulla protezione dalle malattie infettive, anche per quanto riguarda le conseguenze del riscaldamento globale e le conseguenti catastrofi naturali.

Protezione attiva contro le infezioni

L'OMS si preoccupa dell'infezione in tutto il mondo e i governi nazionali devono assicurarsi che siano implementati nei rispettivi territori. Si va dai depositi di vaccini ai piani nazionali di preparazione alle catastrofi fino alle campagne di sensibilizzazione e alla segnalazione di alcune malattie infettive, monitorate dalle autorità sanitarie.

Il controllo attivo delle infezioni per un viaggio nelle regioni tropicali inizia a casa durante la preparazione e include un piano di viaggio che tiene conto, ad esempio, dei diversi tipi di vacanze, come le vacanze in hotel o le vacanze di trekking. Di conseguenza, le misure igieniche come compresse per la sterilizzazione dell'acqua e preparati per la diarrea, zanzariere e protezione completa degli insetti devono essere incluse nei prodotti di protezione della pelle e degli indumenti. Alcuni servizi di medicina di viaggio offrono quindi una consulenza di viaggio individuale a pagamento che tiene conto delle singole componenti del viaggio programmato.

Aggiorna la protezione della vaccinazione

In linea di principio, lo stato di vaccinazione deve essere controllato prima di ogni viaggio, specialmente prima di un viaggio a lunga distanza. Questo include il controllo di

  • Vaccinazioni standard secondo il calendario vaccinale tedesco, incluso
  • tetano,
  • difterite,
  • Epatite A,
  • Polio, morbillo e
  • Tifoide.

Fa parte anche delle classiche vaccinazioni di viaggio

  • La febbre gialla,
  • Epatite B,
  • la rabbia,
  • Meningite purulenta (meningite meningococcica),
  • TBE (encefalite trasmessa da zecche) e
  • Encefalite giapponese

Gli over 60 devono pensare alla protezione del vaccino contro l'influenza da pneumococco e influenza. La revisione tempestiva della protezione dei vaccini è tanto più importante in quanto i viaggi dell'ultimo minuto, specialmente nelle aree tropicali e subtropicali, lascia poco tempo per costruire una protezione attiva contro i vaccini. Il programma di vaccinazione dovrebbe essere completato per quanto possibile 10-14 giorni prima dell'inizio del viaggio. Le persone di contatto per le vaccinazioni di viaggio sono le autorità sanitarie pubbliche, i medici e i farmacisti.

Si consiglia di cercare specificamente per le pratiche e le farmacie che hanno ricevuto ulteriore formazione nel campo della medicina di viaggio e sono aggiornati qui. La maggior parte delle vaccinazioni può essere effettuata anche dal medico di famiglia, mentre le vaccinazioni contro la febbre gialla con un vaccino vivo possono essere effettuate solo da centri di vaccinazione contro la febbre gialla autorizzati.

Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento