Retinopatia ipertonica

Il termine generico retinopatia descrive una serie di cambiamenti patologici, non infiammatori e proliferanti nella retina. La retinopatia ipertensiva (retinopatia ipertensiva) è intesa come un danno ai vasi della retina causato da ipertensione cronica, che si traduce in compromissione della retina. Questo può influenzare l'acuità visiva e può addirittura portare alla cecità.

Cause di retinopatia ipertensiva

Nel corso degli anni, la maggior parte dei pazienti ipertesi rimane senza sintomi, cioè, sono soggettivamente buoni. I problemi di salute sono causati dai conseguenti danni della pressione sanguigna costantemente elevata, che spesso compaiono solo dopo alcuni anni. Ciò colpisce soprattutto i vasi del sistema cardiovascolare.

La calcificazione arteriosa provoca un aumento di ispessimento delle pareti interne del vaso, che riduce il diametro del vaso e quindi riduce il flusso sanguigno nei vasi. Di conseguenza, c'è un aumento crescente della pressione sanguigna nei vasi. Nel cuore, ad esempio, questo può portare allo sviluppo di cardiopatia coronarica, inclusi attacchi di cuore. Inoltre, le navi diventano fragili.

Inoltre, possono essere colpiti i piccoli vasi sanguigni dell'intero organismo, come i cosiddetti capillari della retina (retina).

Effetto dell'ipertensione sulla retina

Le cellule sensoriali nella retina (le aste sensibili alla luce e i coni che riconoscono il colore) catturano i diversi stimoli luminosi che colpiscono l'occhio dal mondo esterno e li trasmettono al cervello, dove vengono infine elaborati nell'immagine che percepiamo.

Per il funzionamento indisturbato della retina, la sua fornitura di nutrienti e ossigeno attraverso i suoi vasi sanguigni è molto importante. L'ipertensione cronica e l'arteriosclerosi dei vasi che ne derivano possono portare all'occlusione e / o all'incremento della permeabilità di questi vasi sanguigni che forniscono la retina.

Di conseguenza, i disturbi nella fornitura di nutrienti e ossigeno della retina, che può portare a compromissione della vista alla cecità.

Retinopatia ipertonica: sintomi e decorso

La costrizione e / o perforazione dei vasi causa emorragie retiniche a forma di linea e i cosiddetti focolai di lana di cotone (piccoli punti luminosi simili a cotone, che si sviluppano attraverso occlusioni di piccoli vasi retinici), che causano un deterioramento della vista.

Se le aree più grandi dei vasi sanguigni nella retina sono chiuse dalla malattia, la retina cerca di compensare la conseguente fornitura di ossigeno insufficiente ricostruendo le navi. Tuttavia, questi vasi intatti di recente formazione sono estremamente fragili e crescono in parte nel corpo vitreo di fronte alla retina, dove iniziano a sanguinare facilmente.

Se tale emorragia si trova al posto della visione più acuta (macula), può portare a una cecità acuta del paziente. Allo stesso tempo, il tentativo del corpo di rimuovere il sangue dal corpo vitreo porta a considerevoli cicatrici, che sono accompagnate da restringimento della retina e infine - a causa del conseguente effetto di trazione sulla retina - possono portare allo strappo della retina e quindi anche alla cecità,

La diagnosi precoce è cruciale

I pazienti ipertesi, i cambiamenti che distruggono la vista, a lungo nascosti. Affinché il danno retinico possa essere curato il più presto possibile, è imperativo che i pazienti con pressione sanguigna alta controllino regolarmente gli occhi.

Esaminando il fondo dell'occhio, il medico può rilevare inequivocabilmente i cambiamenti patologici nell'occhio, diagnosticare una retinopatia e trattarla di conseguenza prima che il paziente percepisca anche i possibili disturbi visivi.

Riflessione dell'occhio e esame della tintura

Nel caso di un oftalmoscopio, ad esempio, le stufe di ovatta, che sono formate dall'occlusione di piccoli vasi retinali, possono essere identificate dal loro aspetto caratteristico simile a una macchia.

Nel caso della retinopatia, è possibile utilizzare un esame colorettale (angiografia con fluoresceina) per determinare se sia necessario un trattamento laser della retina. In questo test, una tintura viene iniettata nel braccio e quindi fotografata con l'occhio o fornendole vasi.

In questo modo, può essere determinato se e dove il liquido fuoriesce dai vasi sanguigni della retina. Questi possono essere chiusi mediante irradiazione mirata con luce laser, per cui viene impedita un'ulteriore fuoriuscita di liquido da questi vasi porosi.

Complicazioni di retinopatia ipertensiva

Se la retinopatia non viene riconosciuta immediatamente e trattata nel tempo, la persona affetta è a rischio di cecità.

Lo sviluppo della retinopatia è particolarmente sfavorevole se la persona al tempo stesso soffre di diabete mellito, che può anche essere il fattore scatenante della retinopatia (retinopatia diabetica). In questo caso, un'altra importante misura terapeutica è la regolazione della glicemia.

Trattamento farmacologico della retinopatia ipertensiva

Il deterioramento della vista a causa di una retinopatia ipertensiva può spesso essere almeno parzialmente annullato da un abbassamento della pressione sanguigna. Tuttavia, solo se l'ipertensione è l'unica causa del cambiamento patologico della retina.

Laser terapia e glassa

Se la riduzione della pressione arteriosa non porta al successo, sono disponibili diversi metodi di trattamento alternativi: nella cosiddetta terapia laser - chiamata anche coagulazione laser o foto-coagulazione - la proliferazione patologica dei vasi sanguigni sulla retina danneggiata viene deliberatamente "bombardata" con raggi di luce e sopprimendo così la formazione di ulteriori cambiamenti vascolari. I trattamenti laser sono praticamente indolori e devono essere ripetuti a seconda dello stadio della malattia.

Quando le aree di criocoagulazione (ghiacciamento) della retina vengono raffreddate a meno 70 gradi. Questo trattamento a freddo corrisponde al suo effetto sul trattamento laser. È usato quando il trattamento laser non è più possibile.

Chirurgia per retinopatia ipertensiva

Nella malattia avanzata con ampia proliferazione vascolare e grave sanguinamento nell'occhio, il trattamento laser non è sufficiente. Per i pazienti colpiti, oggi è disponibile una nuova procedura chirurgica: chirurgia vitreo (vitrectomia).

In questa procedura microchirurgica, che di solito viene eseguita in ambiente ospedaliero e in anestesia locale, è possibile evitare ulteriori sanguinamenti rimuovendo il corpo vitrea riempito di sangue e sostituendolo con una soluzione limpida. Se la retina si è staccata, questo danno può anche essere corretto durante l'intervento chirurgico vitreo. Attraverso questo intervento, è spesso possibile ripristinare un'acuità visiva utile.

Misure preventive

La diagnosi precoce di retinopatia ipertensiva è la migliore protezione contro la perdita della vista. Il rischio di perdita della vista a causa di un percorso di retioni può essere ridotto da regolari esami oftalmologici del fondo.

La pressione sanguigna deve essere controllata regolarmente e, se necessario, aggiustata con farmaci. Inoltre, è necessario prestare attenzione per evitare movimenti che portano ad un aumento della pressione sanguigna nella testa, come il sollevamento di oggetti pesanti o il lavoro prolungato in una posizione curva.

Inoltre, i pazienti con ipertensione cronica dovrebbero astenersi dalla nicotina e dal consumo eccessivo di alcol. I diabetici, che sono particolarmente a rischio di retinopatia, dovrebbero anche prestare attenzione ad un aggiustamento accurato dei loro livelli di zucchero nel sangue e alla stretta osservanza delle loro esigenze dietetiche.

Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento