Cassa di medicina omeopatica

La guarigione senza un principio attivo provato - la maggior parte dei medici scolastici sono ancora scettici sull'omeopatia. Ma il metodo di trattamento secondo Hahnemann sta guadagnando sempre più follower. Sempre più spesso, i rimedi per i reclami acuti sull'uso domestico stanno guadagnando consensi - il che, a sua volta, causa un grande scetticismo tra i seguaci dell'omeopatia classica.

L'omeopatia stimola i poteri di auto-guarigione

L'idea centrale dell'omeopatia è il principio di somiglianza, che afferma che lo stesso può essere curato con lo stesso. È usato per trattare una malattia così esattamente il rimedio che causa il sano nei sintomi della malattia. La sostanza curativa non contrasta in modo specifico sintomi come febbre, dolore, diarrea, ma stimola i poteri di auto-guarigione per ripristinare l'equilibrio interiore.

In omeopatia non c'è davvero il rimedio per il dolore, ma la scelta del rimedio dipende dai vari sintomi che il paziente ha. Udud B B Bud B B B B B Bud B B Bud B B Bud B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B tutte B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B tutte B B B B B B B B B B B B Budud B B B B Bud B B B Bud B B B B B B B B B B B B

L'omeopatia classica

Gli omeopati classici quindi si sottopongono a un lungo addestramento per poter assegnare le molte migliaia di rimedi ai singoli sintomi e per selezionare esattamente quello più adatto all'individuo nella sua situazione attuale.

Una modifica per uso domestico è da un lato preparati complessi che contengono diversi rimedi omeopatici secondo il principio del fucile da caccia, che l'esperienza ha dimostrato di essere particolarmente adatto, ad esempio, al fascio di sintomi di un raffreddore.

La seconda opzione è rimedi non specifici che aiutano con molti sintomi. A loro volta, le sostanze per la farmacia domestica omeopatica sono messe insieme per aiutare con disturbi acuti e lievi - per autotrattamento o per passare il tempo al trattamento medico.

Dove acquistare i rimedi omeopatici?

I rimedi omeopatici sono disponibili nelle farmacie da banco come globuli (globuli), compresse, gocce, unguenti e supposte da acquistare. I nomi sono generalmente derivati ​​dal nome latino del materiale di partenza - che è "potenziato" in passaggi speciali in diverse fasi di diluizione.

Rimedi omeopatici per l'armadietto dei medicinali

Dalla varietà di mezzi per fare una selezione dei "più importanti" è quasi impossibile. La compilazione dipende anche dalla situazione personale e dai tipici pattern di malattia.

Ecco un suggerimento:

  • Aconito: per le prime fasi di tutte le malattie improvvise e gravi, in particolare febbre, shock, dolore intenso
  • Apis: punture di insetti, gonfiore di altra causa
  • Arnica: lesioni a lividi, lividi, distorsioni, urti, lividi, dolori muscolari
  • Belladonna: alternativa all'aconito quando la febbre è associata a sudorazione e arrossamento; insolazione
  • Bryonia: raffreddore con tosse secca, grande sete e forte bisogno di riposo
  • Calendula: guarigione delle ferite (scuff, lacrime, tagli); usato come essenza per le compresse
  • Cantharis: ustioni, scottature solari, infezioni della vescica
  • Camomilla: fastidio ai denti, mal d'orecchi penetranti
  • Colocynthis: dolore addominale spasmodico
  • Drosera: tosse con conati di vomito e vomito (ad esempio, bronchite, asma, pertosse)
  • Eufrasia: congiuntivite, occhi irritati
  • Ipecacuanha: nausea che non migliora dopo il vomito frequente
  • Ledum: ferite da puntura, morso di zecca, morsi
  • Magnesio fosforoso: crampi muscolari, crampi mestruali
  • Nux vomica: stomaco sconvolto, "sbornia"
  • Okoubaka: vomito, diarrea, intossicazione alimentare
  • Pulsatilla: raffreddore con secrezioni di colore giallo-verdognolo
  • Toxicodendron del Rhus: problemi alle articolazioni, mal di schiena (lombalgia)
  • Album di Veratrum: insufficienza circolatoria (anche nel contesto di diarrea e vomito), bassa pressione sanguigna

Potenza e frequenza

Come potenza è raccomandata per i laici D6 o D12; per più esperti anche C30.

Quanto spesso le sostanze vengono assunte in casi acuti, dipende dalla sostanza e dai sintomi - come regola generale: 3-5 globuli nella prima ora ogni dieci minuti, poi 3 volte (D6) ogni giorno o 1 o 2 volte (D12 ). Dopo 2 o 3 giorni, è possibile interrompere il rimedio.

Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento