Attacco di cuore - segni e segni

Se sospetti che un attacco di cuore ritardare fino a quando viene chiamata un'ambulanza, può avere conseguenze devastanti. Quanto prima l'intervento, maggiori sono le possibilità di sopravvivenza del paziente. Ogni minuto conta. Tutto dipende dal paziente che arriva alla clinica il prima possibile, dove procedure efficaci possono salvargli la vita e limitare il danno dell'infarto. Tutti possono imparare a riconoscere l'infarto e reagire rapidamente.

Causa 2: attacco di cuore

Ogni giorno circa 767 persone in Germania soffrono di infarto. Sono 280.000 persone all'anno. Di conseguenza, circa 49.000 uomini e donne colpiti muoiono, molti di loro prima di andare in ospedale.

La ragione: molti pazienti stanno ancora aspettando troppo a lungo per chiamare l'ambulanza; perché prima volevano aspettare o perché reprimevano l'infarto, perché volevano disturbare chiunque per falsa considerazione e, soprattutto, perché non interpretavano correttamente i segnali di allarme. Dovrebbe sempre applicarsi: Meglio chiamare l'ambulanza una volta troppo o non farlo affatto o troppo tardi.

Attacco di cuore: allarme

I sintomi più comuni di attacco cardiaco sono un dolore toracico grave che dura più di cinque minuti e che può irradiarsi nelle braccia, nelle scapole, nel collo, nella mascella e nell'addome superiore. In questo caso, chiamare immediatamente l'ambulanza al 112 o al numero di emergenza locale. Ulteriori segnali di allarme:

  • Forte tenuta
  • forte pressione al petto
  • paura

Oltre al dolore toracico, ci possono essere mancanza di respiro, nausea e vomito, in molti casi anche le donne possono allarmarsi. Ci sono anche possibili segni di incoscienza, carnagione pallida e pallida e sudori freddi.

Nessun lampo di blu

Un attacco di cuore significa che un vaso coronarico viene chiuso da un coagulo (coagulo di sangue). Di conseguenza, parte del muscolo cardiaco è tagliato fuori dall'apporto di ossigeno: da qui il dolore e la nausea.
Due importanti pericoli portano con sé l'infarto:

  • L'unico pericolo è un'aritmia cardiaca pericolosa per la vita, la fibrillazione ventricolare innescata dall'infarto. Il cuore smette di pompare e si verifica l'arresto cardiovascolare. Nell'ambulanza e nella clinica sono disponibili defibrillatori che possono eliminare elettricamente questa aritmia cardiaca.
  • L'altro pericolo che porta un infarto è il fallimento del cuore. Più a lungo dura l'infarto, più il tessuto muscolare del cuore viene irrimediabilmente perso.

Infarto miocardico: segno sotto stress

Inaspettato e improvviso: è così che le persone provano il loro attacco cardiaco. Ma molti hanno avuto lamentele prima. Segni che hanno chiaramente avvertito dell'infarto, ma non sono stati presi sul serio. Un segnale di allarme che precede l'evento drammatico di giorni, settimane, a volte anche mesi, è l'angina (oppressione toracica). Questo porta a dolore o una sensazione di pressione nel petto o solo mancanza di respiro.

La differenza con l'infarto è che questi segni si verificano solo sotto carico (ad esempio salire le scale, le passeggiate in montagna, spazzare la neve) e scomparire dopo pochi minuti in pace. Per il dolore al petto, anche con il dolore gastrico o alla schiena inspiegabile, che si verifica solo sotto stress, il cuore deve essere accuratamente esaminato.

Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento