Defibrillazione precoce: shock terapeutico in caso di insufficienza cardiaca improvvisa

Morte cardiaca improvvisa - solo in Germania, questa morte "rapida" uccide 100.000 persone all'anno. Di solito, le aritmie (fibrillazione ventricolare) sono la ragione per cui il cuore esce dal ritmo e batte così velocemente e disordinatamente che il risultato è un arresto cardiovascolare. In una situazione del genere, può essere d'aiuto solo il trattamento con shock cardiaco (defibrillazione). E questo dovrebbe essere fatto il prima possibile, perché con ogni minuto la possibilità di sopravvivenza della persona interessata diminuisce del 10%. La terapia elettrostimolatoria del cuore viene solitamente eseguita da professionisti del settore sanitario. Di solito dai medici, in caso di emergenza, ma anche da paramedici, paramedici, ecc. Appositamente addestrati. Questo di solito accade nel contesto di una RCP, ma occasionalmente anche per trattare l'aritmia cronica.

Ogni minuto, il tasso di sopravvivenza diminuisce

Tuttavia, i medici non sono sempre presenti quando si verifica un'emergenza e trascorrono così minuti importanti prima dell'arrivo dell'ambulanza o del medico di pronto soccorso. Un motivo per posizionare i dispositivi salvavita in luoghi pubblici e per rendere l'operazione così facile e sicura che anche i laici possano gestirli.

Defibrillatori semiautomatici (DAE = Defibrillatori automatici esterni) sono in circolazione da un po 'di tempo ormai per la cosiddetta defibrillazione precoce negli edifici pubblici ad alto traffico pubblico (ad es. Negli aeroporti, negli edifici ufficiali, nei centri commerciali, nelle stazioni ferroviarie). Sono indicati come semi-automatici, poiché il dispositivo crea automaticamente un'analisi ECG dopo l'applicazione su elettrodi speciali e quindi segnala all'aiutante cosa deve fare. La maggior parte di essi è ospitata presso sportelli informativi, ecc., Dove è disponibile uno staff immediatamente formato. Segnali speciali indicano i DAE.

Come funziona un defibrillatore prematuro?

I defibrillatori semiautomatici sono facili e sicuri da usare: l'aiutante viene informato tramite il comando vocale (registratore vocale) e un display di testo di tutti i passaggi necessari: in primo luogo, vengono incollati 2 elettrodi di superficie. Con il loro aiuto, il dispositivo può analizzare in modo completamente indipendente il ritmo cardiaco del paziente.Se prima si verifica una fibrillazione ventricolare o una tachicardia ventricolare (aritmia con ritmo cardiaco troppo rapido), l'utente riceve la richiesta premendo un pulsante per attivare un'impennata.

Importante: la sovratensione può essere attivata solo quando richiesto dal dispositivo, non per iniziativa dell'helper. Se viene attivato un impulso corrente, il dispositivo rianalizza l'ECG e può emettere le istruzioni per consegnare nuovamente lo shock. Gli AED non solo sono sicuri da gestire, ma funzionano anche con una batteria a lunga durata esente da manutenzione ed eseguono autotest automatici per test funzionali.

Ma chi dovrebbe / dovrebbe effettivamente eseguire una defibrillazione precoce? Questa domanda è ancora in discussione. Dovrebbero essere addestrati solo i primi soccorritori (!) Che non abbiano una formazione medica o non abbiano la possibilità di eseguire la prima defibrillazione?

I primi soccorritori addestrati ...

Il gruppo di soccorritori addestrati comprende, ad esempio, addetti alla sicurezza o personale di sicurezza, personale addetto alle informazioni, assistenti di volo, agenti di polizia e vigili del fuoco. Hanno imparato in un addestramento speciale per eseguire correttamente la rianimazione cardiopolmonare e il trattamento del defibrillatore semiautomatico. Non ci sono attualmente requisiti legali per l'uso di questi soccorritori addestrati. Tuttavia, diversi comitati medici specializzati hanno emesso raccomandazioni per l'istruzione e la formazione di questo gruppo di persone.

... contro laici inesperti

Ma ci sono anche defibrillatori liberamente accessibili che sono disponibili per laici inesperti. Questa forma di "aiuto per laici" è attualmente oggetto di accesi dibattiti. Perché gli aiutanti non sono legalmente assicurati e non hanno una solida conoscenza nella rianimazione cuore-polmone. Pertanto, in caso di emergenza, è possibile erogare l'elettroshock solo per una fibrillazione ventricolare diagnosticata dal dispositivo, ma non si è adeguatamente formati nelle misure di base della rianimazione (donazione respiratoria, massaggio a pressione cardiaca).

I fautori della defibrillazione precoce effettuata da persone inesperte includono, ad esempio, l'iniziativa "Kampf die Herztod", che comprende anche la German Heart Foundation. Ha già donato numerosi defibrillatori, ad esempio negli aeroporti di Münster / Osnabrück e Paderborn / Lippstadt. I sostenitori sperano che l'uso dei "non addestrati" sarà almeno in grado di salvare le persone colpite, in cui la consegna di una scarica elettrica restituisce spontaneamente il cuore al suo ritmo normale. Ma anche che l'aiuto coraggioso può superare i minuti importanti fino all'arrivo del servizio di salvataggio. Ina Mersch

Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento