Fibromialgia: dieta speciale non necessaria

I pazienti con fibromialgia spesso soffrono molto dalla loro malattia. Poiché ci sono diversi approcci terapeutici, ma nessun concetto terapeutico uniforme, molti pazienti vogliono essere in grado di fare qualcosa da soli. Spesso poi Internet è il primo punto di riferimento. Qui troverai molti consigli e consigli che trattano spesso il tema dell'alimentazione. Dalle ricette ai cibi "proibiti" alla "cura con la dieta" - molte guide turistiche promettono sollievo attraverso un cambiamento nella dieta. Tuttavia, non ci sono risultati scientificamente provati sugli effetti della dieta nella fibromialgia. Pertanto, tali raccomandazioni dovrebbero essere lette in modo critico e, in caso di dubbio, il loro medico dovrebbe chiedere consiglio.

Terapia multimodale per fibromialgia

La sindrome fibromialgica è una condizione cronica in cui, oltre al dolore in varie parti del corpo, possono verificarsi numerosi altri sintomi, come disturbi del sonno, depressione o disagio nel tratto gastrointestinale. Le cause della fibromialgia sono in gran parte sconosciute e la completa guarigione non è possibile.

Nel trattamento viene spesso applicata la cosiddetta "terapia multimodale", che comprende l'allenamento fisico in combinazione con la terapia di rilassamento e le procedure psicoterapeutiche. Farmaci come analgesici o antidepressivi possono essere temporaneamente usati.

Nessuna evidenza di influenza della dieta

Mentre l'efficacia dell'esercizio fisico e della terapia fisica è stata scientificamente dimostrata, mancano dati affidabili dagli studi per prevedere l'impatto della dieta nel trattamento della fibromialgia.

Sebbene siano stati condotti alcuni piccoli studi che hanno esaminato l'effetto di diverse diete sui sintomi nei pazienti con fibromialgia. Tuttavia, i risultati non hanno fornito alcuna prova affidabile per un effetto, quindi la linea guida sul trattamento della fibromialgia non raccomanda una dieta specifica.

Supplemento dietetico non raccomandato

Spesso si consiglia ai pazienti con fibromialgia di assumere integratori con vitamine, L-carnitina o magnesio. Qui, tuttavia, gli esperti concordano sul fatto che non si prevedono effetti positivi sui sintomi della fibromialgia.

Inoltre, alcuni supplementi nutrizionali possono avere effetti collaterali o essere inavvertitamente sovradosati. Pertanto, non si devono assumere integratori da soli, ma solo dopo aver consultato il proprio medico - ad esempio, se si ha una carenza vitaminica rilevata da un esame del sangue.

La dieta vegetariana può aiutare

Frequentemente, i malati leggono anche la raccomandazione di mangiare vegetariano o vegano. In effetti, sono stati condotti due studi in cui è stato osservato sollievo dal dolore in pazienti con una dieta vegetariana: uno studio ha confrontato l'effetto della dieta vegetariana con la droga amitriptilina. Tuttavia, l'amitriptilina ha avuto un effetto analgesico più forte rispetto alla dieta.

In un altro studio, parte dei pazienti erano in alimenti crudi vegetariani a basso contenuto di sale e confrontati con un gruppo di controllo di pazienti che non avevano modificato la propria dieta. Si potrebbe osservare un effetto positivo del cambiamento nella dieta sui reclami.

Test di incompatibilità può essere utile

Un altro consiglio comune per i pazienti con fibromialgia è quello di evitare determinati alimenti, come lo zucchero. Riguardo a tali divieti generali, non ci sono studi che indagano l'efficacia della fibromialgia.

Tuttavia, in uno studio negli Stati Uniti, è stato condotto un test di intolleranza alimentare e, in base ai risultati, è stato ideato un programma nutrizionale senza l'uso di alcuni componenti dietetici come il glutine. In contrasto con il gruppo di controllo non dietetico, i pazienti del primo gruppo hanno riportato una riduzione del dolore del 50%.

Per esaminare criticamente i risultati dello studio

Per interpretare correttamente questi risultati, tuttavia, è necessario dare un'occhiata più da vicino alla struttura degli studi: nello studio americano, i due gruppi confrontati consistevano rispettivamente di 40 e 11 pazienti. Nei due studi sulla nutrizione vegetariana, il numero di pazienti partecipanti era altrettanto basso.

Tuttavia, un fattore che contribuisce ai risultati di uno studio è quello di fornire prove scientifiche e quindi raccomandazioni generalizzate è un numero sufficientemente ampio di soggetti. Pertanto, i risultati della ricerca precedente possono nel migliore dei casi fornire indicazioni su una possibile influenza delle diete esaminate sui sintomi della fibromialgia.

Prova ciò che è buono

Tuttavia, molti pazienti riportano esperienze positive con un cambiamento di dieta. Le persone colpite possono trarre beneficio cambiando le loro abitudini alimentari o astenendosi da determinati alimenti. Tuttavia, non esiste un piano alimentare universale o "appropriato" mangiare e bere per la fibromialgia. Piuttosto, ogni paziente deve testare se stesso, il che è positivo per lui in termini culinari.

Diete estreme come cibi a basso contenuto di sale, cibi crudi vegetariani o dieta vegana, tuttavia, comportano il rischio di un'alimentazione insufficiente. Per fare qualcosa di buono per la loro salute, i pazienti con fibromialgia, come tutte le altre persone, dovrebbero cercare una dieta sana ed equilibrata che possa contenere zucchero e prodotti animali con moderazione.

Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento