Le verruche genitali

Le verruche genitali sono anche denominate condilomi genitali, condilomi appuntiti o condilomi acuminati. Le verruche genitali, come il cancro della cervice, sono causate dal papillomavirus umano (HPV). La famiglia estesa di oltre 100 sottotipi di virus produce "progenie" come l'HPV cancerogeno 16 e 18, oltre a rappresentanti innocui come HPV 6 e 11. Questi ultimi portano oltre il 90 percento dei casi a verruche genitali nell'area genitale interna ed esterna e nell'ano in uomini e donne.

Verruche genitali: sintomi e segni

I possibili sintomi che possono essere identificati con le verruche genitali sono prurito, bruciore e dolore. Le verruche genitali sono altamente infettive e riducono notevolmente la qualità della vita sessuale. La trasmissione delle verruche genitali è in particolare il rapporto sessuale, ma a volte anche l'uso comune di asciugamano e di striscio.

Allo stesso tempo la loro esistenza è un argomento tabù, così che le persone colpite spesso vanno dal medico solo quando le verruche genitali, spesso bianche, sono già relativamente grandi e difficili da trattare. Occasionalmente, le verruche genitali formano più grandi accumuli di tumori, che possono rompersi e sanguinare. Tra l'infezione e lo scoppio delle verruche genitali di solito ci vogliono diversi mesi. Non è ancora chiaro se esista il rischio di infezione durante questo cosiddetto periodo di incubazione.

Riconoscere le verruche genitali

Un medico può rilevare le verruche genitali in modi diversi. Il medico o vede le verruche genitali simili a cavolfiore nella fase successiva durante l'esame clinico o le rende visibili attraverso il cosiddetto campione di acido acetico. Se l'acido acetico diluito viene individuato su aree cutanee sospette, queste aree di condilomi genitali diventano bianche dopo uno o due minuti, in modo da poter riconoscere le verruche genitali.

Mentre negli uomini il pene è l'unica area critica, nella donna oltre alle aree direttamente visibili della vagina e la cervice può essere influenzata da questo tipo di verruche. Pertanto, le donne dovrebbero anche avere un esame ginecologico. I preservativi possono ridurre il rischio di infezione ma non forniscono una protezione affidabile contro le verruche genitali.

Il trattamento delle verruche genitali non ha sempre successo

Il vaccino contro il cancro cervicale protegge anche da HPV 6 e 11. Chiunque sia già infetto o che rifiuti un vaccino HPV preventivo dovrebbe sapere che in quasi ogni terza persona colpita le verruche scompaiono da sole. Nel restante 70 percento, tuttavia, è necessario il più precocemente possibile trattamento delle verruche genitali. Le verruche genitali possono essere trattate chimicamente e chirurgicamente. Poiché il virus sopravvive al trattamento in circa il 40% dei casi, le verruche riappaiono.

Trattamento delle verruche genitali: rimuovere e congelare

Le procedure di trattamento per rimuovere le verruche genitali, a colpo d'occhio:

  • Procedure "chirurgiche": le verruche genitali vengono rimosse con le forbici o con un cucchiaio affilato. Le verruche estese possono essere bruciate con un elettrocauterio (cicatrici possibili). Anche la crioterapia è possibile. Grandi aree di verruche sono congelate con azoto liquido. Il laser a CO2 può cuocere le verruche superficialmente (senza cicatrici). Rimozione in anestesia locale o generale. Il rischio di recidiva (rischio di recidiva) è di circa il 30 percento.
  • Opzioni di terapia chimica: la podofillotossina a base vegetale è disponibile come soluzione. Provoca una reazione infiammatoria, le verruche genitali si estinguono. Uno schema applicativo piuttosto complicato del farmaco cauto a gestire rende difficile il trattamento delle verruche genitali. L'acido tricloroacetico è più facile da usare, può essere applicato su base settimanale e raggiunge ottimi risultati, specialmente per le verruche genitali piccole e morbide. Tuttavia, sul sito di applicazione possono verificarsi effetti collaterali come bruciore e dolore.

Affina il tuo sistema immunitario contro le verruche genitali

Creme e unguenti per rafforzare il sistema immunitario:

  • La crema contenente imiquimod attiva il sistema immunitario della pelle per combattere l'HPV. Viene applicato tre volte a settimana durante la notte. Imiquimod può influenzare la fermezza dei preservativi. Reazioni cutanee locali, a volte mal di testa, sintomi simil-influenzali e dolore muscolare come potenziali effetti collaterali.
  • Unguenti contenenti foglie di tè verde estratto guariscono le verruche in più di un paziente su due. L'estratto secco purificato contiene catechine che stimolano e modulano il sistema immunitario, oltre ad essere anti-infiammatori e antiossidanti. Le catechine agiscono direttamente sulle cellule infette. Come effetti collaterali, tuttavia, è possibile l'irritazione cutanea locale.
  • L'olio dell'albero del tè viene applicato due o tre volte al giorno. Solo relazioni positive, finora nessuna indagine scientifica sul trattamento delle verruche genitali con olio dell'albero del tè.
Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento