Endoscopia - Periscopi per i mondi interiori del corpo

Con i periscopi non si può solo sbirciare inosservato dietro l'angolo nel giardino del vicino, ma anche esplorare la vita interiore di un corpo. Negli ultimi decenni l'endoscopia ha guadagnato un posto fisso nella diagnostica medica e nella terapia. Migliaia di anni fa, i primi medici cercarono di farsi un'idea dello stato della salute dei loro pazienti, non solo guardandoli esternamente. Per la prima volta, hanno usato i cateteri per sgonfiare la vescica e hanno avuto l'idea che attraverso questi orifizi naturali, si potesse ottenere una visione del funzionamento interno di un essere umano vivente.

Da allora, non solo è passato molto tempo, ma i metodi per illuminare gli interni umani e individuare le malattie sono stati rivoluzionati da nuove possibilità tecnologiche e, a loro volta, hanno rivoluzionato la diagnostica medica e la terapia. L'endoscopia, cioè i riflessi delle cavità del corpo, dal greco endo sta per interno, skopie significa guardarsi intorno.

Una breve storia di endoscopia

Già nell'antico Egitto, cateteri fatti di bronzo o di stagno furono introdotti nella vescica 3000 anni prima di Cristo. Il medico greco Ippocrate esaminò il 400 aC con la cosiddetta bocca "speculum", zona vaginale e retto. Questi erano semplici tubi rigidi che usavano spargere gli orifizi del corpo e probabilmente non provocavano scoppi di eccitazione nel paziente. Inoltre, non hanno reso possibile né una penetrazione più profonda né una buona illuminazione della sala d'esame.

L'illuminazione sufficiente è stata a lungo il problema dei medici curiosi: hanno cercato di portare la luce dalle candele per mezzo di specchi nell'oscurità dei pazienti, da qui il nome tedesco ancora comune del metodo di esame: la riflessione. Fu solo con l'invenzione della lampada a incandescenza, brevettata da Edison nel 1879, che era possibile fornire tanta luce agli organi cavi dell'uomo che i sottili strumenti ottici inseriti attraverso gli orifizi restituivano al medico immagini altamente visibili.

Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento