La magia del conflitto

Il conflitto è il più normale e naturale al mondo. I conflitti possono distruggere una quantità infinita, ma possono anche essere "produttivi" nel senso migliore. Una guerra breve rende i titoli migliori di una lunga pace. I giornali vivono su di esso, ma anche notizie televisive e trasmissioni speciali.

    Conflitto - una parola?

    Se si guarda a pochi metri di letteratura sull'argomento, si salta per evitare l'evitante: "piombo senza conflitti", "come risolvere i conflitti" e "affrontare positivamente i conflitti" è chiamato lì. "Conflitto" sembra essere un'assurdità, qualcosa che tu ritieni negativo, che ti piace evitare. Non ci sono meno ragioni storiche per questo. C'è una profonda sfiducia nei confronti dei meccanismi competitivi di una società liberale nella nostra società. "Community Harmony Consistency" sono gli stessi ideali illusoriamente evocati.

    I conflitti sono completamente normali!

    Qui, il conflitto è la cosa più normale e più naturale del mondo: perché ogni persona è unica, perché è diversa, ha altre esperienze, ha avuto successo in altri modi, ha aspettative diverse, ha altri interessi. È lo scandalo di "essere diversi" che rende difficile per noi affrontare i conflitti. I conflitti svolgono un ruolo importante nella vita quotidiana degli umani.

    In molte relazioni e società, una gestione inadeguata del dissenso e l'alterità dell'altro distruggono una quantità infinita di motivazione. Perché solo superficialmente combatti con bende morbide, ma con tutte le più difficili sotto il tavolo. Ma qualsiasi soluzione di conflitto che produce un perdente non funziona. Sarai costretto a risolvere problemi in seguito.

    7 trappole di risoluzione dei conflitti

    Ma cosa può essere un ostacolo e una trappola quando si tratta di affrontare in modo costruttivo un conflitto:

    1. dipendenza Harmony. La passione per l'armonia, il conformismo e l'eccessiva sicurezza del pensiero subliminano i conflitti.
    2. The Silent Spiral. Si è silenziosi perché non si vuole disturbare la "buona pace", la tendenza dell'opinione va in una direzione diversa o una cosiddetta persona dell'autorità non lascia dubbi sulla sua assertività.
    3. Una cura sbagliata. Vuoi risparmiare gli altri. Ma risparmi qualcun altro significa togliere potere a qualcuno. Uno lo supera, lo valuta, lo spiega implicitamente al caso di cura.
    4. Tabù. Non solo complicano, rendono impossibile ogni possibile soluzione. Se c'è un tabù, allora il tabù è il problema.
    5. Pseudosolidarietà e pensiero portante. I bravi ragazzi, i cattivi. Non ci facciamo del male a vicenda, ma dall'altra lo colpiamo. Cordiale, certo.
    6. Presunzione prematura di causalità. "Di chi è la colpa?" e "Chi ha iniziato?" - Queste due domande portano al dramma con certezza meccanica.
    7. La "sola soluzione possibile". La fissazione prematura delle soluzioni significa che le persone non parlano tra loro in modo aperto, ma che tutto ciò che non corrisponde alla "sola soluzione possibile" viene filtrato in modo altamente selettivo, che è il preludio al nuovo conflitto.

    Usa i conflitti come opportunità

    Qualsiasi cambiamento in uno status quo, qualsiasi negoziazione è inizialmente in conflitto. Viceversa, ciò significa che la libertà dal conflitto è, per esempio, irrealistica nelle relazioni, tra fratelli, in gruppi misti. Tuttavia, maggiore è la differenza nella posizione dei partecipanti, più la competenza in conflitto diventa un'importante abilità.

    I conflitti - se gestiti in modo costruttivo - non solo legano molta energia, ma sono anche produttivi nel senso migliore. Indicano aspettative, prospettive e possibilità diverse. E aumentano la complessità, ovvero l'ipermetropia e la complessità di una persona o di una squadra e offrono quindi l'opportunità di risolvere problemi, trovare chiarimenti e svilupparsi ulteriormente.

    Condividi con gli amici

    Lascia il tuo commento