L'anamnesi - componente importante nella diagnostica medica

Al primo contatto tra paziente e dottore, conoscersi ha un ruolo speciale. Le domande sui sintomi attuali, così come le informazioni sulla vita del paziente fino ad ora, sono importanti per il medico al fine di fare una diagnosi e trattare bene il paziente. La parola "anamnesis" deriva dal greco e significa memoria - e questo è lo scopo della storia medica: ricordare tutte le informazioni essenziali della vita precedente del paziente. L'anamnesi fornisce al medico o al terapeuta informazioni circa le condizioni attuali del paziente e le condizioni generali. Inoltre, ottiene una visione della personalità del paziente, in modo che possa avere un'idea di come il paziente sperimenta la sua malattia.
Poiché l'anamnesi è all'inizio della relazione medico-paziente, è particolarmente importante per stabilire un rapporto di fiducia - quando un paziente si sente ben curato dal suo terapeuta, è più disposto a trattare argomenti anche spiacevoli, a sopportare una diagnosi dolorosa e accettare la terapia proposta.

Qual è la storia?

Le attuali lamentele principali sono il primo elemento costitutivo della storia medica: dove fa male esattamente? Da quando questo? Ad esempio, il dolore si sta irradiando? Oltre alla localizzazione, le radiazioni e il tempo di insorgenza dei sintomi riguardano anche l'intensità (sintomi crescenti o decrescenti), il carattere (cambiamento nel corso) e il relativo ad alcune attività pronunciate.

Quindi viene creata l'ulteriore storia personale: quali altre malattie c'erano? Il paziente è stato operato prima? Che tipo di problemi iniziali aveva il paziente? Ci sono ricavi da farmaci in passato? Che dire delle donne con una storia ginecologica? Per non dimenticare nulla, ogni sistema di organi viene spesso interrogato individualmente. Successivamente, le informazioni su famiglia e lavoro sono importanti.

Nella storia familiare, c'è un discorso specifico sulle malattie metaboliche e vascolari e sulle malattie psichiatriche, perché si verificano frequentemente in famiglia.

L'anamnesi biografica con stato civile, professione e attività del tempo libero arrotonda l'immagine del paziente e può fornire informazioni sulle situazioni di stress che aprono la strada all'attuale malattia.

L'anamnesi vegetativa offre una panoramica delle funzioni corporee del paziente. Oltre alle dimensioni e al peso, sono particolarmente importanti l'escrezione di acqua e feci, tosse, appetito, sete, sonno e stimolanti (nicotina, alcol, droghe).

Ultimo ma non meno importante, la storia del farmaco dovrebbe essere inclusa: oltre ai dettagli del farmaco corrente (quali farmaci vengono utilizzati e quanto spesso), lo stato di vaccinazione e le allergie conosciute sono importanti per un ulteriore trattamento.

C'è un approccio diverso nel prendere una case history?

Di solito, il medico o terapeuta che si occupa del trattamento inizierà l'intervista dell'anamnesi con una domanda alla quale il paziente può rispondere individualmente. Questa cosiddetta forma di domanda aperta rende più facile per il paziente descrivere i suoi sintomi a modo suo. Il medico quindi ridurrà la conversazione con domande più mirate, coprendo tutte le aree della storia del paziente. Per lo più prenderà solo poche note per essere in grado di dedicarsi al paziente in dettaglio e di non interrompere il flusso del paziente.

Tuttavia, il tipo di anamnesi dipende anche dalla specialità del dottore: ad esempio, una storia psichiatrica o neurologica per la prima volta contiene molti elementi linguistici che mettono alla prova il paziente durante il processo di raccolta della storia - cioè, un'anamnesi e un esame "cerebrale" in uno. Questa storia medica è quindi di solito più estesa di una storia medica di un medico che lavora in un campo operativo e dopo anamnesi e esame del corpo su diverse procedure di esame tecnico come i raggi X o l'ECG.

Quanto è importante la storia?

Il 90 percento di tutte le diagnosi può essere fatto con l'aiuto dell'anamnesi e l'esame obiettivo - se il medico è esperto e valuta tutte le informazioni ricevute correttamente. Un buon dottore o terapeuta padroneggia l'arte di filtrare le informazioni cruciali da tutte le informazioni e quindi di fare la diagnosi giusta. La forma dell'intervista è cruciale: un paziente che si sente stimato e diminuisce il suo medico, che gli interessa nel modo migliore possibile, contribuirà in modo significativo a garantire tutte le informazioni pertinenti al medico!

Quanto deve essere dettagliata una storia medica?

Il successo di ulteriori trattamenti dipende in gran parte da quali informazioni riceve il medico attraverso la storia e l'esame fisico. Pertanto, gestirà l'indagine anamnestica in vari gradi a seconda del tipo di denuncia e dell'area di competenza, nonché della sua esperienza. Il suo obiettivo è sì, con l'aiuto dell'anamnesi e dell'esame obiettivo, fare una diagnosi sospetta, che può quindi assicurare con ulteriori indagini e quindi trattare il paziente in modo ottimale.

Quindi non esiste una durata fissa di un'anamnesi, può durare 5 minuti (ad esempio in pazienti noti), ma anche 50 minuti! Frequentemente, la storia iniziale è integrata da ulteriori informazioni nel corso del processo di trattamento, in modo che il medico nel tempo riceva un'immagine sempre più dettagliata del suo paziente.

Quando viene omessa una cronologia?

Più la vita è in pericolo di vita per la persona colpita, più la cronologia delle prime misure salvavita viene spinta in secondo piano.

Il motto nel servizio di soccorso è: SEMPLICE - oltre ai sintomi di allergie (reazioni immunitarie), farmaci, la storia del paziente, l'ultima informazione rilevante per il problema (ad esempio nei pazienti ginecologici dopo l'ultima mestruazione) e l'evento acuto chiesto. Nel frattempo, tutte le misure sono prese per stabilizzare il paziente, vale a dire per scongiurare la sua condizione pericolosa per la vita. Tutte le altre informazioni anamnestiche saranno raccolte più tardi se il paziente è consapevole del pericolo acuto.

Nei pazienti incoscienti spesso solo la storia medica esterna - che è l'interrogatorio di terzi - fornisce importanti indizi sulla malattia di base: in qualcuno con diabete, un coma diabetico può essersi verificato nella tossicodipendenza può essere una overdose in questione, la malattia cardiaca nota è un attacco di cuore escluso,

Anche con pazienti mentalmente confusi che non possono fornire informazioni sulla loro persona e sui loro reclami, i parenti e i caregiver spesso devono essere intervistati. Tuttavia, ciò non esclude uno specifico interrogatorio medico del paziente - quindi il grado di confusione può essere determinato e controllato sul fatto che si verifichi un cambiamento con un farmaco appropriato.

Cosa succede dopo la storia medica?

Una volta che il medico ha ricevuto tutte le informazioni pertinenti, determina l'ulteriore linea di condotta. In molte discipline, la cronologia è accompagnata dall'esame fisico, in modo che il passo successivo sia seguito dai primi esami che richiedono attrezzature tecniche come campioni di sangue, raggi X o ultrasuoni. Anche le prime misure terapeutiche sono iniziate - sia la somministrazione di un antidolorifico o la somministrazione endovenosa di liquido con una infusione.

Particolarmente importante è la documentazione dell'anamnesi con la diagnosi sospetta, in modo che anche con un cambio di medico rimane evidente perché il medico curante ha optato per la procedura scelta per quanto riguarda gli esami e la terapia. Di solito, tutte le informazioni vengono inserite in schede di anamnesi standardizzate, in modo che le informazioni mancanti possano essere notate e aggiunte. In alcuni ospedali, la storia medica ei risultati di ammissione sono ora dettati immediatamente, in modo che l'anamnesi sia disponibile in formato digitale a tutti i reparti.

Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento