Codeina per la tosse

La codeina di oppiacei viene utilizzata in medicina per il trattamento della tosse secca (tosse secca). È anche usato come antidolorifico in preparazioni combinate con paracetamolo o altri analgesici. Poiché la codeina ha un effetto smorzante sul centro respiratorio, la depressione respiratoria può verificarsi come effetto collaterale. Per le persone con insufficienza respiratoria, il farmaco non è quindi adatto. Ulteriori informazioni sugli effetti, gli effetti collaterali e il dosaggio della codeina.

Effetto della codeina

La codeina è un oppiaceo e appartiene al gruppo degli oppioidi a causa delle sue proprietà simili alla morfina. Il gruppo comprende anche principi attivi come morfina, metadone, fentanil, ossicodone, tramadolo e tilidina.

La codeina viene utilizzata come sedativo della tosse per la tosse irritante. Una tale tosse improduttiva può verificarsi, ad esempio, nel contesto di un raffreddore o di una bronchite. In contrasto con la tosse produttiva, nessun muco viene tossito in caso di tosse irritante.

D'altra parte, la codeina è usata insieme al paracetamolo come antidolorifico per il trattamento del dolore da moderato a severo. Tra le altre cose, è usato per il mal di denti, il dolore mestruale o dopo le procedure chirurgiche. Oltre al paracetamolo, la codeina è anche combinata con altri antidolorifici come diclofenac o acido acetilsalicilico. In precedenza, il farmaco era anche usato come farmaco sostitutivo in caso di astinenza da eroina.

Effetti collaterali della codeina

Gli effetti indesiderati più comuni della codeina comprendono affaticamento, stitichezza e mal di testa. La nausea e il vomito possono verificarsi anche all'inizio del trattamento. Effetti collaterali rari includono prurito, secchezza delle fauci, disturbi del sonno, rumori delle orecchie e mancanza di respiro. Molto raramente il trattamento può determinare un aumento di peso.

Nei pazienti che sono particolarmente sensibili, o in una dose elevata, possono verificarsi altri effetti collaterali. Questi includono, per esempio, un umore alto morboso, una diminuzione della pulsione respiratoria e un deterioramento delle prestazioni visive. Se la codeina viene assunta per un lungo periodo di tempo e in dosi elevate, il farmaco può renderlo dipendente.

Dosaggio di codeina

I farmaci Codeinhaltige per il trattamento della tosse sono disponibili in varie forme di dosaggio. Gocce o succo sono particolarmente comuni, ma ci sono anche tavolette di codeina. Insieme al paracetamolo, la codeina è disponibile sotto forma di capsule, compresse e supposte.

A seconda che il farmaco venga usato per la tosse o per il trattamento del dolore, la dose varia. Quando la codeina è usata per trattare la tosse secca, a seconda della gravità della tosse, una dose da 15 a 60 milligrammi può essere somministrata ogni 6-8 ore. Nei bambini, la dose deve essere corrispondentemente inferiore.

D'altra parte, se l'oppiaceo viene usato per trattare il dolore, il dosaggio dipende, tra le altre cose, da quale preparazione di combinazione viene utilizzata. In generale, non devono essere presi più di 240 milligrammi di codeina ogni giorno. Quanto deve essere dosato esattamente il principio attivo, per favore discuti con il medico.

interazioni

La codeina non deve essere assunta in concomitanza con farmaci che agiscono per attenuare il sistema nervoso centrale. Tali farmaci sono, ad esempio, sonniferi, tranquillanti o psicofarmaci. Altrimenti, gli effetti collaterali possono essere amplificati. Può causare un aumento della fatica e delle vertigini e un aumento della respirazione.

Anche con l'uso simultaneo di antistaminici o antipertensivi, è possibile un aumento degli effetti collaterali. Il disagio respiratorio può anche verificarsi con l'uso simultaneo di farmaci dal gruppo di antidepressivi triciclici.

Mentre l'effetto della codeina può essere migliorato dalla cimetidina, l'ingrediente attivo a sua volta aumenta l'effetto degli analgesici. Inoltre, la somministrazione simultanea di inibitori MAO può aumentare l'effetto nervoso centrale. Pertanto, è consigliabile fare una pausa di due settimane tra il trattamento con inibitori MAO e codeina. L'alcol deve essere evitato durante l'assunzione di medicinali contenenti codeina.

Controindicazioni

La codeina non può essere utilizzata in determinate circostanze. Questo è il caso di:

  • un'ipersensibilità al farmaco
  • insufficienza respiratoria
  • un attacco acuto di asma
  • una profonda incoscienza

La codeina non deve essere utilizzata anche nella tosse cronica in quanto questo sintomo può essere un segno di asma bronchiale, specialmente nei bambini.

Solo dopo un'attenta valutazione del rischio-beneficio da parte del medico curante, la codeina può essere utilizzata per disturbi della coscienza, aumento della pressione intracranica, disturbi respiratori o respiratori, dipendenza da oppioidi e stitichezza. Se c'è bassa pressione sanguigna a causa del basso volume di sangue, occorre prestare attenzione.

Allattamento al seno e gravidanza

La codeina deve essere presa solo su istruzione di un medico durante i primi tre mesi di gravidanza, se non del tutto. Il principio attivo può causare malformazioni del nascituro. Poco prima della nascita o in caso di parto prematuro imminente, l'oppiaceo non deve essere usato neanche, altrimenti potrebbero verificarsi disturbi respiratori nel neonato.

Se la codeina viene assunta durante la gravidanza per un lungo periodo di tempo, può svilupparsi una dipendenza dal principio attivo nel nascituro. Se l'oppiaceo viene usato più frequentemente nell'ultimo trimestre di gravidanza, i sintomi di astinenza possono verificarsi nel bambino dopo la nascita.

Durante l'allattamento, per quanto possibile, non devono essere assunti farmaci contenenti codeina. Perché il principio attivo può passare nel latte materno e causare sintomi come letargia, sonnolenza e disidratazione nel bambino. Sebbene probabilmente non vi sia il rischio di una dose singola, l'allattamento al seno deve essere interrotto in caso di assunzione ripetuta.

Codeina nei bambini

Per i bambini al di sotto dei due anni, il trattamento con codeina non è adatto in quanto vi è un aumento del rischio di depressione respiratoria. Al fine di evitare effetti collaterali indesiderati, il dosaggio deve essere osservato anche nei bambini più grandi. Come regola generale, la dose nei bambini deve essere sempre mantenuta il più bassa possibile. Se si manifestano sintomi come mancanza di respiro, sonnolenza o confusione, il trattamento deve essere interrotto immediatamente.

Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento