Valeriana con un effetto calmante

Nella sua storia di pianta medicinale, la valeriana doveva servire quasi tutto. Per lungo tempo anche la valeriana fu considerata afrodisiaca: la raccomandazione mirava al suo effetto armonizzante e calmante anche in quel momento. Sebbene i romani, gli egiziani e gli erboristi medievali abbiano utilizzato la radice di valeriana per le cure mediche, la pianta ci dà ancora oggi degli enigmi.

Origine della valeriana

Ad esempio, non si sa esattamente da dove provenga il nome Valeriana officinalis. Alcuni stabiliscono il nome nel Medioevo e sostengono che si tratta di una denominazione dopo la provincia romana di Valeria. Altri spiegano la parola latina "valere" - essere sani, sentirsi bene - alla parola origine.

Le radici della valeriana europea vengono utilizzate per preparare la medicina. Il fabbisogno di supplementi di valeriana è grande, così che la pianta, che è alta più di 1, 5 metri, è piantata con i suoi fiori bianco-rosa umbellati sulle piantagioni. La valeriana cresce spontaneamente principalmente nelle zone umide dell'Europa e dell'Asia.

Ingredienti ed effetto di Valeriana

Più di cento ingredienti sono stati dimostrati dagli scienziati valeriani. Quale di queste sostanze è responsabile per gli effetti, rimane poco chiaro. Si ritiene che solo l'interazione dei vari ingredienti inneschi un effetto. Gli esperimenti hanno dimostrato che gli estratti di valeriana hanno un effetto inibitorio sulla conduzione nervosa nel cervello, simile alle benzodiazepine, ai sonniferi e ai sedativi più conosciuti.

Si innesca un effetto induttore del sonno e ansiolitico. Questo spiega perché la valeriana accorcia il tempo di sonno, oltre a migliorare la qualità del sonno e il benessere generale. Come con molte piante medicinali, l'effetto della valeriana solo dopo un po 'di tempo, per esempio giorni o settimane, si nota. Primo, la tensione interiore si dissolve e solo allora il sonno è anche riposante.

Applicazione di valeriana

Nel medioevo la valeriana era considerata un'erba contro ogni capezzolo - dalle malattie degli occhi alla peste. Le indagini della scienza moderna non potevano resistere a queste promesse. Oggi nervosismo, irrequietezza, disturbi del sonno e disturbi spasmodici gastrointestinali sono valeriani. È offerto in varie forme: in gocce, come compressa, confetto o capsula. Inoltre, a volte è combinato con altre piante medicinali per migliorare il suo effetto - ad esempio con luppolo, erba di San Giovanni, passiflora o melissa. Inoltre, sono disponibili tè e prodotti da bagno con valeriana.

Il dosaggio degli integratori di valeriana dovrebbe essere sufficientemente alto. Dall'estratto di valeriana, si dovrebbero prendere 15 gocce due volte al giorno, in modo che l'effetto possa svilupparsi pienamente. Il tempo di ingestione dipende dai sintomi. Per l'insonnia, può essere sufficiente una singola dose da mezz'ora a un'ora prima di coricarsi.

Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento