Allergia e gravidanza - Quando il bambino è lì ...

Quando il bambino è lì ...

Chi soffre di allergie dovrebbe allattare perché il latte materno è il cibo migliore per il bambino. Per i bambini affetti da allergie, l'allattamento al seno è ancora più importante: i bambini hanno un maggiore rischio di allergie. L'allattamento al seno esclusivo durante i primi 4-6 mesi previene questo rischio. I soggetti allergici e in particolare gli asmatici durante l'allattamento non devono rinunciare ai farmaci necessari. Per sicurezza, si consiglia una breve consultazione con lo specialista allergologicamente qualificato.

Prevenire le malattie allergiche nel bambino

Per la prevenzione delle malattie allergiche nei bambini di madri allergiche, consigliamo l'Associazione dei medici degli allergici tedeschi (DA) e la Società tedesca di allergologia e immunologia clinica (DGAKI):

  • Esclusivo allattamento al seno nei primi quattro, se possibile primi sei mesi.
  • Se l'allattamento al seno non è possibile: nutrizione del bambino con pappine ipoallergeniche.
  • Su forti alimenti che provocano allergie (es. Noci, uova, pesce), la madre dovrebbe fare a meno dell'allattamento al seno, se è garantita una nutrizione completa.
  • Nessun cibo complementare fino al quarto mese di vita.
  • Evitare il fumo attivo e passivo.
  • Niente gatti, conigli e porcellini d'India o altri animali con la pelliccia in casa.
  • Ridurre l'esposizione agli acari della polvere domestica.
  • Prevenire la crescita della muffa in casa.
  • Vaccinare i bambini secondo le raccomandazioni dello STIKO (Standing Vaccination Commission presso l'Istituto Robert Koch).
Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento